Nullità del matrimonio civile

Tribunale reale

La nullità del matrimonio civile può essere invocata, ricorrendone i presupposti, quando lo stesso sia stato celebrato unicamente dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile, nonché nel caso in cui questa celebrazione abbia preceduto quella religiosa.

La nullità del matrimonio civile può essere invocata e fatta dichiarare dal Tribunale in diversi casi.

Tipici esempi ne sono:

il matrimonio contratto da chi non godeva dello stato civile libero;

il matrimonio contratto dal coniuge di una persona presunta morta, quando se ne accerti l’esistenza in vita;

il matrimonio tra consanguinei, tra parenti o affini;

il matrimonio contratto non volontariamente,

nonché in altri casi espressamente previsti dal codice civile.

È legittimato a chiedere la dichiarazione di nullità del matrimonio chiunque ne sia interessato.

La nullità del matrimonio civile non va confusa con l’annullamento del matrimonio civile, la cui domanda potrà essere proposta sulla scorta di presupposti differenti, che andiamo a esaminare qui.

 

Nullità del matrimonio civile ultima modifica: 2015-10-26T14:59:01+00:00 da di Isernia